TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

11 motivi per cui la configurazione dell’host locale di WordPress fallisce

2

A volte le cose funzionano in modo strano e WordPress ne è il miglior esempio. Sebbene occorrano meno di cinque minuti per installare un sito WordPress live, molti di loro non riusciranno a creare una copia locale del sito live. È facile creare un sito WordPress live in pochi minuti utilizzando pacchetti di installazione con un clic come Softaculous. La maggior parte delle società di hosting popolari come Bluehost, SiteGround e HostGatoroffrono l’installazione con un clic di WordPress CMS sul proprio cPanel. Tuttavia, il problema si presenta quando prevedi di creare una copia del tuo sito live su un server locale. Hai bisogno di una copia locale per molte ragioni; ad esempio, puoi testare un nuovo plugin o provare a cambiare il tema. Nella maggior parte dei casi, potresti semplicemente aver bisogno di un backup sicuro del tuo server live nel computer locale. Se sei colpito, ecco 5 motivi per risolvere il motivo per cui la configurazione locale di WordPress potrebbe non funzionare.

Correlati: come installare localhost utilizzando MAMP in Mac?

11 motivi per cui la configurazione dell’host locale di WordPress fallisce

1 plug-in di memorizzazione nella cache

L’installazione di localhost è una parte lunga che richiede tre tipi di file: il pacchetto di installazione di WordPress, i file del sito e il file di database. Quando esegui il backup del sito live, probabilmente scarichi tutti i plugin che fanno parte del sito live. La maggior parte dei plug-in di memorizzazione nella cache funzionerà solo sull’ambiente del server live e genererà errori quando si tenta di accedere alla dashboard di amministrazione dell’host locale. Tuttavia, alcuni plugin ti impediranno completamente di accedere al sito. Pertanto, assicurati di eliminare la cartella del plug-in di memorizzazione nella cache dalla sezione "/wp-content/plugins" locale.

Se tutto funziona correttamente ma vedi che il contenuto del sito è criptato, elimina il plug-in di memorizzazione nella cache e controlla.

2 Plugin di sicurezza

La maggior parte di noi protegge il sito live con plug-in di sicurezza come Wordfence o All in one WP security e firewall plugin. Questi plugin di sicurezza creano molte cose nel backend.

  • Voci della tabella del database
  • Voci Htaccess
  • Drop-in aggiuntivi per la cartella dei plugin esterni

Assicurati di rimuovere tutte le cose relative alla sicurezza dal tuo localhost e prova se funziona.

3 Voci .htaccess

Alcune installazioni di server locali non necessitano del file htaccess mentre alcuni server necessitano di questo file per funzionare correttamente. Ci sono due cose da verificare se la tua installazione necessita del file htaccess.

  • I plugin di sicurezza e memorizzazione nella cache creeranno molte direttive nel file htaccess. Assicurati di rimuovere tutte queste voci non necessarie poiché potrebbe essere necessario eliminare i plug-in di sicurezza e di memorizzazione nella cache.
  • WordPress ha bisogno di voci htaccess per funzionare correttamente per le impostazioni del permalink. Pertanto, assicurati che le voci permalink predefinite siano disponibili nel file htaccess del tuo localhost.

Ricorda, a causa del motivo per cui il file inizia con un punto, il file .htaccess è generalmente nascosto sul tuo server e computer. Devi prima abilitare la visualizzazione dei file nascosti nel tuo client FTP per scaricare il file dal server. Allo stesso modo, dovresti abilitare la visualizzazione dei file nascosti sul tuo computer per modificarlo.

4 Utilizzo di HTTPS in Localhost

Ci sono alcuni strumenti come Local By Flywheel che ti consente di creare facilmente un sito localhost HTTPS. In alternativa, puoi anche utilizzare la versione premium di MAMP per creare un server host virtuale protetto. Tuttavia, localhost per impostazione predefinita funziona solo con il protocollo HTTP. Se hai sostituito erroneamente gli URL live nel tuo database con https://localhost, l’intero localhost non sarà disponibile. Quando provi a localhost con il protocollo https, Chrome e altri browser ti mostreranno un errore di connessione rifiutata come di seguito.

11 motivi per cui la configurazione dell'host locale di WordPress fallisce

Errore di connessione rifiutata

5 Nome del database

L’altra parte importante è il nome del database. A meno che non cambi il nome del database ovunque, il modo più semplice è creare un database locale con lo stesso nome del database del tuo sito live. Altrimenti, vedrai un errore durante l’importazione del tuo database in phpMyAdmin. Vedrai anche il popolare errore di connessione al tuo database quando il nome del database non corrisponde nel file "config.php".

Inoltre, assicurati di avere la stessa versione di MySQL e PHP sulla configurazione del server locale e live.

Correlati: come configurare il server locale in Windows utilizzando XAMPP?

6 Esportazione di tutte le tabelle nel database

Evita di scaricare l’intero database e di importarlo sul tuo server locale. Come accennato in precedenza, la sicurezza, la memorizzazione nella cache e molti altri plugin possono creare tabelle, che potrebbero non funzionare nella configurazione del server locale. Se hai problemi nella configurazione del database del sito locale, ignora quelle tabelle non necessarie nel tuo database. Puoi andare alla sezione phpMyAdmin del tuo server live e selezionare le tabelle da importare manualmente. Ciò ridurrà anche la dimensione del file del database.

7 Caricamento di database più grandi in phpMyAdmin

L’installazione di WordPress per impostazione predefinita limita la dimensione del caricamento del file utilizzando le impostazioni PHP. Anche se aumenti la dimensione del caricamento del file nel frontend, non è possibile importare un file di database più grande in phpMyAdmin. Se hai un database più grande, prova a caricare tramite il prompt dei comandi in Windows o Terminal in Mac.

8 Dimentica di sostituire gli URL attivi

Probabilmente tutto ha funzionato bene per te, tuttavia quando accedi al sito localhost potrebbe reindirizzarti al sito live. La ragione più probabile è che hai dimenticato di sostituire gli URL del sito live con l’URL localhost nel tuo database.

  • Devi sostituire gli URL nelle opzioni, nei post e nelle tabelle postmeta.
  • Potrebbe essere necessario sostituire manualmente i collegamenti della barra laterale e del piè di pagina poiché dipende dalle impostazioni del tema o potresti aver fornito URL assoluti.

Correlati: come configurare il sito localhost di WordPress utilizzando WAMP?

9 Protezione dei collegamenti Hot

La protezione hotlink impedisce ad altri di rubare la tua immagine e pubblicarla sul loro sito con il tuo URL originale. Puoi abilitare la protezione hotlink da cPanel o utilizzando un plug-in di sicurezza. In questo caso, tutti i file multimediali sul tuo localhost non verranno caricati e mostreranno uno spazio vuoto. Pertanto, se non vedi le immagini sul tuo sito localhost, controlla e disabilita la protezione hotlink.

10 Utilizzo di porte errate

L’URL del tuo sito localhost cambierà in base alla configurazione della tua porta. In genere, hai due tipi di porte:

  • Apache / Nginx – 80 e MySQL – 3306. Se utilizzi queste porte, puoi accedere al sito utilizzando gli URL ” http://localhost/ ". Tuttavia, ogni volta che devi fornire la tua password di amministratore per accedere al server locale.
  • Apache / Nginx – 8888 e MySQL – 8889. Se utilizzi queste porte, dovresti accedere al sito utilizzando gli URL " http://localhost:8888/ ".

11 motivi per cui la configurazione dell'host locale di WordPress fallisce

Configurazione delle porte MAMP

11 Temi o plugin premium richiedono un codice di attivazione

La maggior parte dei temi e dei plugin premium necessita di un codice di attivazione da abilitare sul sito. Questi contenuti premium funzioneranno solo su un singolo sito attivato quando disponi di una singola licenza di dominio. Potrebbe funzionare sul sito locale quando scarichi / carichi i file del sito live. Tuttavia, ripristinerà il dominio della licenza quando esegui l’aggiornamento dal server locale. Ad esempio, il popolare plug-in Jetpack ti chiederà di attivare il server locale per mantenere attiva la licenza sui siti live e locali. Inoltre, la maggior parte dei plug-in di compressione delle immagini e di appartenenza che devono contattare il server non funzionerà dal computer locale. Pertanto, prova a disabilitare i plug-in e i temi premium e utilizza un tema gratuito per la configurazione del tuo host locale in caso di problemi.

Se sei ancora colpito dopo aver controllato tutti i punti precedenti, allora hai due opzioni. Uno è eliminare completamente tutti i file locali e reinstallarli di nuovo. Altro è provare uno strumento diverso che può aiutarti a configurare facilmente.

Fonte di registrazione: www.webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More