TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

5 modi per controllare le attività online dei tuoi concorrenti

0

L’esecuzione di un sito Web non è sempre un’attività indipendente. Per migliorare te stesso, spesso dovresti confrontare la tua situazione con i tuoi concorrenti. Potrebbe essere per la competizione di classificarsi in cima ai motori di ricerca o potrebbe essere per ottenere più vendite. Ma la maggior parte delle volte potresti essere all’oscuro di come stanno andando i tuoi concorrenti. Come dice il vecchio adagio, "Tieni i tuoi amici vicini ma tieni i tuoi nemici più vicini", ti consigliamo vivamente di scoprire cosa stanno facendo i tuoi concorrenti sul mercato.

Cosa dovresti imparare?

Cosa ottieni imparando dai tuoi concorrenti? Molto:

  • Imparerai cosa stanno facendo
  • Come lo fanno?
  • Come ti posizioni contro di loro?
  • Come puoi capovolgere le cose?

5 modi per controllare le attività online dei tuoi concorrenti

Ecco 5 modi per controllare le loro attività:

  1. Confronta i link SERP
  2. Controlla il contenuto del tuo concorrente
  3. Backlink di guardia
  4. Controlla l’ottimizzazione
  5. Ottimizza per la maggior parte dei motori di ricerca

Cerchiamo di discutere ogni punto in dettaglio.

1 Confronta i link SERP

Il primo della nostra lista sono, ovviamente, i link. Confrontare il rendimento dei tuoi link nelle SERP con i tuoi concorrenti ti darà tantissime informazioni. Non stiamo parlando solo delle classifiche nel loro insieme, ma anche di come le tue parole chiave influenzano le classifiche. Da questi dati, puoi conoscere la strategia dei tuoi concorrenti conoscendo le pagine su cui si concentrano, i contenuti di quelle pagine, la meta-descrizione e persino il tag del titolo. Questi possono produrre sottili indizi su ciò per cui desiderano essere classificati – questo significa che devi analizzarlo attentamente e applicarlo al tuo.

Un esempio è questo: diciamo, il tuo concorrente X è al primo posto nelle parole chiave "scrittori di contenuti del blog" e si collega alla loro pagina di vendita. Tu, d’altra parte, sei al terzo posto per le stesse parole chiave ma il tuo link alla tua home page. Notate qualche differenza? Sì, X si collega direttamente alla loro pagina di vendita. Potrebbe non significare sempre che il tuo concorrente è migliore, ma mostra solo che c’è una differenza nelle tue strategie. Questo può aiutarti se cerchi di applicare la loro strategia alla tua attività. Puoi anche verificare se la loro meta descrizione e il tag del titolo includono direttamente le parole chiave, il che può significare qualcosa per i motori di ricerca.

Ricorda che il contenuto è importante in quanto i crawler dei motori di ricerca indicizzano e mostrano nei risultati di ricerca. Dal contenuto, i motori di ricerca sapranno a quali parole chiave stai mirando e visualizzeranno i tuoi link di conseguenza. Tuttavia, anche altre parti dei tuoi contenuti come i tag del titolo e la meta descrizione influenzano le classifiche, anche se indirettamente. Perché indirettamente? Perché influiscono prima sul comportamento degli utenti: frequenza di rimbalzo e CTR, che a loro volta influiscono sul ranking.

Guarda come i tuoi concorrenti combinano e abbinano i loro dati e poi confrontali con la tua strategia. Guarda dove hai un vantaggio e dove ti mancano punti. Modifica la tua strategia da questi e avrai un vantaggio maggiore su di loro.

Allora, come si fa?

Ci sono molti strumenti analitici disponibili online per questo scopo. La maggior parte di questi sono strumenti premium che dovresti acquistare per ottenere tutte le funzioni. Ad esempio, Alexa offre ai concorrenti la matrice di parole chiave e gli strumenti per il controllo dei backlink dei concorrenti .

5 modi per controllare le attività online dei tuoi concorrenti

Matrice di parole chiave dei concorrenti di Alexa

Questi strumenti ti aiuteranno a confrontare facilmente i link SERP dei tuoi concorrenti e i tuoi. Puoi anche semplicemente controllare le classifiche su Google, Yahoo e Bing o utilizzare strumenti come Semrush.

2 Controlla il contenuto del tuo concorrente

Il secondo della nostra lista riguarda il contenuto, sì, il contenuto. Molti direbbero che il contenuto è re, e ci sono ragioni per crederlo. Più grandi contenuti ha il tuo sito Web o blog, più occhi saranno tentati di visitare e diventare utenti e lettori fedeli.

Controllando il contenuto dei tuoi concorsi, puoi generare idee di contenuto e vedere cosa mancano e trasformarlo a tuo favore. Puoi anche vedere quali parole chiave scelgono e riconfezionarlo con i tuoi contenuti. Ricorda che ci sono altri contenuti oltre ai testi che le persone amano: infografiche, video, podcast, eBook, white paper, sondaggi, notizie, forum, casi di studio e molto altro.

Questo può aiutarti molto, ma tieni presente che stai cercando di colmare le lacune che i tuoi concorrenti hanno perso. Non si tratta affatto di copiare il loro lavoro, si tratta di essere quel riempitivo con i tuoi fantastici contenuti.

3 backlink di guardia

Il terzo della nostra lista riguarda la conoscenza e il contatto con quelle persone che fanno backlink ai tuoi concorrenti. Diciamolo chiaro: i backlink sono molto necessari se vuoi sfruttare l’influenza e la visibilità degli altri. Quando qualcuno fa un backlink ai tuoi contenuti, può o meno produrre risultati. Ma quando qualcuno di grande e noto backlink al tuo sito o contenuto, produrrà risultati.

Una volta che sai da dove provengono i backlink dei tuoi concorrenti, puoi afferrare l’idea della loro strategia di marketing. Puoi iniziare a parlare e interagire con le stesse persone che si sono collegate al tuo concorrente e convincerli a fare un backlink anche al tuo. Da lì farà una valanga. Per fare ciò, puoi anche utilizzare Alexa o Semrush per verificare da dove i tuoi concorrenti ottengono i loro backlink. Saprai anche se vale la pena perseguire coloro che effettuano un backlink controllando i loro punteggi di qualità.

Inoltre, i concorrenti possono anche distruggere il tuo profilo di backlink lasciando i link del tuo sito su siti di spam. Scopri di più su come analizzare e proteggere il tuo profilo di backlink.

4 Verifica ottimizzazione

In quarto luogo, dopo i contenuti e i backlink c’è l’ottimizzazione on-page. Non si tratta solo di assicurarti che i tuoi contenuti e le tue pagine siano ottimizzati, devi anche verificare se anche i contenuti e le pagine dei tuoi concorrenti sono ottimizzati. Puoi ottimizzare le parole chiave che contano davvero, ma anche i tuoi concorrenti. Sapere dove hanno perso ti dà l’opportunità di eccellere.

Dovresti anche verificare quanto il loro sito sia ottimizzato per i dispositivi mobili rispetto al tuo o confrontare le velocità di caricamento della pagina. Ottimizzare il tuo sito meglio dei tuoi concorrenti può aiutare a spingere il tuo ranking SERP un po’ più in alto. Ancora una volta, trasforma le loro cannucce nel tuo oro.

Per questo, puoi utilizzare strumenti come lo strumento di test di Google Mobile-friendly e di analisi delle informazioni sulla velocità della pagina per controllare a fondo l’ottimizzazione del tuo sito e anche quella dei tuoi concorrenti. Usa lo strumento thinkwithgoogle per trovare la velocità della pagina, la perdita di visitatori dovuta alla bassa velocità, il confronto del settore e le raccomandazioni.

5 modi per controllare le attività online dei tuoi concorrenti

Confronto velocità pagina per l’industria

5 Ottimizza per la maggior parte dei motori di ricerca

Ci sono altri motori di ricerca oltre a Google: c’è Bing, Yahoo, Baidu, DuckDuckGo e l’elenco continua come un tappeto rosso. Dovresti notare che anche Facebook, altri social network e persino siti di recensioni sono riconosciuti come motori di ricerca.

Quindi, non si tratta più solo di Google. Si tratta più di essere là fuori e coinvolgere i clienti e i clienti target. Usa altri motori di ricerca a tuo vantaggio piuttosto che essere loro nemico. Yelp, ad esempio, può aiutare le aziende locali a spargere la voce sui loro prodotti e a far valutare il loro servizio. Più valutazioni positive hai, maggiori possibilità di strappare il prossimo cliente alla concorrenza. E non è così difficile monitorare le valutazioni e le recensioni dei tuoi concorrenti su nessuno di questi siti.

5 modi per controllare le attività online dei tuoi concorrenti

Controlla le recensioni negative delle tue e dei concorrenti

Non lasciare mai incustodito le recensioni negative. Anche se le persone ti danno recensioni negative, dovresti gestirlo come "The Boss" e fare ammenda invece di odiare. In effetti, se riesci a contattare coloro che ti hanno dato recensioni negative e a gestire la situazione in modo corretto, possono persino spargere la voce sulla tua gestione di prim’ordine della situazione. Ricorda che puoi anche raggiungere i revisori negativi dei tuoi concorrenti e coinvolgerli positivamente.

Conclusione

Adesso è tuo!!! La ricerca dei tuoi concorrenti non è una brutta cosa, ma è salutare e benefica. Potrebbe volerci un po’ di tempo per farlo, ma ne vale la pena. Utilizza strumenti gratuiti e premium e iscriviti ai servizi per semplificarti la vita. Ricorda che la concorrenza può rendere grande un settore, ma sta ai concorrenti come gestirlo e renderlo tale.

Fonte di registrazione: webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More