TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

6 motivi per cui Google AMP non va bene per il tuo sito

4

Negli ultimi anni, Google ha spinto webmaster ed editori a spostarsi verso il mondo mobile. Google ha introdotto l’indicizzazione mobile first come impostazione predefinita e ha spinto i proprietari di siti Web a implementare le pagine AMP sul proprio sito. In teoria, le pagine AMP si caricheranno più velocemente e miglioreranno l’esperienza utente sui dispositivi mobili. Tuttavia, in pratica dovrai affrontare più problemi per implementare AMP su un sito Web in esecuzione. In questo articolo esploreremo perché l’uso di AMP sul tuo sito può influire negativamente sul tuo traffico e sulle tue entrate.

Correlati: Google AdSense e la velocità della pagina: un’ironia.

  1. AMP è ancora opzionale
  2. Le entrate pubblicitarie crolleranno
  3. Gli errori di Search Console sono tecnici
  4. Lead e conversioni inferiori
  5. temi jQuery e JavaScript
  6. Le funzionalità del plug-in personalizzato vengono eseguite con lo script

1 AMP è ancora opzionale

La maggior parte dei siti di notizie popolari offrirà diversi tipi di accesso mobile ai propri utenti.

  • App per dispositivi mobili
  • Sito web mobile
  • Sito desktop reattivo
  • Sito AMP

È impossibile per gli utenti normali implementare un sistema di accesso mobile così complesso spendendo enormi soldi per lo sviluppo. Oltre alle app, le restanti tre opzioni sono rilevanti per i motori di ricerca e Google sceglierà quale mostrare nei risultati di ricerca. Ciò significa che anche se investi molti soldi per implementare AMP, Google potrebbe comunque mostrare il sito reattivo o mobile nei risultati di ricerca. Questo non ha alcun senso spendere sforzi e investimenti per i proprietari di siti Web che operano con un budget minimo o basso.

2 Le entrate pubblicitarie crolleranno

Il problema con Google è che non spingeranno mai i loro inserzionisti Google Ads ; invece, spingeranno i loro publisher AdSense a passare ai dispositivi mobili. Questo è un problema simile con i protocolli HTTPS e la velocità della pagina poiché molti inserzionisti pubblicano ancora annunci tramite HTTP e immagini banner non ottimizzate. Se sei un publisher AdSense, Google ti spingerà a implementare AMP come parte dell’ottimizzazione delle entrate. Ti consigliamo vivamente di ignorarlo per evitare l’impatto sulle tue entrate.

6 motivi per cui Google AMP non va bene per il tuo sito

Le entrate mobili degli editori su piccola scala dipendono dagli annunci automatici (annunci di ancoraggio e vignetta), dai contenuti abbinati e dagli annunci display. Quando implementi AMP sulle tue pagine, tutti questi avranno un grande successo per i seguenti motivi:

  • Meno entrate pubblicitarie display in quanto non ci sarà spazio pubblicitario sufficiente dagli inserzionisti per le pagine AMP.
  • Nessun annuncio di contenuto corrispondente.
  • Gli annunci automatici AMP non mostrano annunci di ancoraggio o vignetta.

3 Gli errori di Search Console sono tecnici

Dopo aver implementato AMP sul tuo sito, inizierai a notare molti errori su Google Search Console. Sfortunatamente, questi errori sono altamente tecnici che non puoi risolvere come un normale proprietario di un sito web. Devi assumere uno sviluppatore per risolvere questi problemi al fine di eliminare gli errori AMP. In effetti, devi utilizzare un codice Analytics diverso per il tuo sito normale e le pagine AMP.

4 Lead inferiori e conversione

Molti dei siti dipendono dalla barra laterale per la generazione di lead e la riduzione della frequenza di rimbalzo. Ecco un buon esempio di una delle pagine tutorial su Bootstrap in questo sito. Quando un utente arriva su una qualsiasi delle pagine del tutorial, c’è un’opzione per esplorare di più utilizzando i collegamenti di navigazione della barra laterale. Utilizziamo annunci con contenuti corrispondenti di AdSense per mostrare i contenuti correlati. Per impostazione predefinita, le pagine AMP non mostreranno la barra laterale e gli annunci con contenuti corrispondenti di AdSense. Ora che l’uso dell’atterraggio sulla pagina non ha ulteriori opzioni di navigazione, anche se è disposto a leggere di più.

6 motivi per cui Google AMP non va bene per il tuo sito

Inoltre, molti siti Web utilizzano newsletter e altri banner di affiliazione nella barra laterale in esecuzione su script. Nessuno funzionerà con AMP e potresti finire per perdere visitatori reali, clienti e finire con una conversione inferiore e una frequenza di rimbalzo più elevata.

5 temi jQuery e JavaScript

Le risorse jQuery di Google sono più popolari e ampiamente utilizzate sui sistemi di gestione dei contenuti come WordPress. La maggior parte dei temi WordPress accattivanti utilizza jQuery per creare funzionalità come schede, fisarmonica, pop-up e slider. Quando passi alle pagine AMP, tutte queste cose smetteranno di funzionare sui dispositivi mobili.

6 funzionalità plugin personalizzate

Simile ai temi di WordPress, quasi il 50% dei plug-in o componenti aggiuntivi personalizzati utilizza JavaScript. Un buon esempio è una tabella di dati. Molti dei siti Web utilizzano tabelle di dati con funzioni di ricerca e ordinamento. Sfortunatamente, queste bellissime funzionalità non funzioneranno con AMP a meno che tu non personalizzi per gestire gli errori per ignorarli. A nostro avviso, il contenuto strutturato in tabella è importante anche sui dispositivi mobili. Non ha senso implementare AMP e perdere queste funzionalità in nome della velocità.

Parole finali

AMP è una buona opzione per gli editori su larga scala, in particolare come i siti Web di notizie. In primo luogo, hanno soldi da investire e in secondo luogo ci sono molti inserzionisti che li scelgono. Sfortunatamente, questo non è il caso degli editori su piccola scala e dei normali proprietari di siti web. Finché il ritorno sull’investimento non sarà chiaro, AMP non diventerà popolare anche se Google spingerà per un altro decennio.

Fonte di registrazione: www.webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More