TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

Come correggere gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console?

9

Google Search Console (GSC) è un set gratuito di strumenti per i webmaster per inviare il proprio sito a Google. Aiuta a monitorare le prestazioni del tuo sito nella Ricerca Google e ad intraprendere azioni correttive per migliorare la visibilità della ricerca. Dopo aver verificato la proprietà del tuo sito WordPress, l’invio della Sitemap XML è il prossimo passo importante che devi fare in GSC. Tuttavia, potresti riscontrare diversi tipi di errori quando invii la mappa del sito di WordPress in Google Search Console (GSC). In questo articolo spiegheremo le possibili soluzioni per correggere gli errori delle sitemap.

Controllo degli errori della mappa del sito in GSC

Segui le istruzioni seguenti per controllare eventuali errori della mappa del sito:

  • Accedi al tuo account Google Search Console.
  • Vai alla sezione "Sitemap".
  • Guarda sotto la colonna "Stato" delle tue sitemap inviate. Dovrebbe mostrare "Success" o il messaggio di errore pertinente applicabile al tuo caso. "Impossibile recuperare" ed "errore" sono alcuni degli errori più comuni della mappa del sito che puoi vedere in GSC.

Come correggere gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console?

Controlla lo stato della mappa del sito

  • Fare clic sulla mappa del sito che mostra l’errore per visualizzare maggiori dettagli sull’errore. Come puoi vedere nello screenshot qui sotto, l’errore è un "Errore HTTP generale" causato da " Errore HTTP: 403 ".

Come correggere gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console?

Errore HTTP della mappa del sito 403

È facile controllare lo stato della tua mappa del sito ogni volta che la invii per la prima volta. Tuttavia, Google eseguirà la scansione della tua sitemap ogni giorno e lo stato cambierà dinamicamente in base alla situazione reale. Sfortunatamente, Google non invierà email ai proprietari dei siti quando sono presenti errori della Sitemap per i siti già inviati. Pertanto, l’unica opzione è controllare lo stato manualmente e assicurarsi che non ci siano errori di scansione.

Perché dovresti monitorare e correggere gli errori della Sitemap?

Potresti chiederti perché monitorare lo stato dopo che Google ha eseguito correttamente la scansione degli URL della mappa del sito. Di recente, abbiamo notato che un gran numero di pagine del nostro sito è stato rimosso dalla ricerca di Google senza alcun motivo valido. Dopo aver verificato GSC, abbiamo riscontrato che il problema di copertura con più di 400 pagine era interessato da 403 errori vietati. Inoltre, Google non è riuscito a recuperare le mappe del sito a causa dell’errore HTTP 403 come mostrato nello screenshot sopra.

Pertanto, è necessario controllare la copertura e lo stato di scansione della mappa del sito in modo da poter avere un’idea di cosa sta succedendo sul tuo sito.

Correggi gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console

Prova le seguenti opzioni per correggere gli errori della mappa del sito in GSC.

1 Rimuovere e inviare nuovamente la Sitemap

Come forse saprai, Google Search Console era precedentemente noto come Google Webmaster Tools con un’interfaccia solida. Tuttavia, l’ultima interfaccia di Google Search Console non è stabile e può mostrare errori che non puoi correggere. Ad esempio, potresti vedere "Impossibile recuperare" o "errore" come stato della mappa del sito mentre tutto è a posto sul tuo sito. La prima opzione da provare è rimuovere la mappa del sito e inviarla nuovamente.

  • Fare clic sulla mappa del sito che mostra l’errore nella colonna di stato.
  • Nella schermata successiva, fai clic sui tre punti visualizzati come "Altre opzioni".
  • Seleziona "Rimuovi mappa del sito".

Come correggere gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console?

Rimuovi la mappa del sito da GSC

  • Ancora una volta, conferma il pop-up facendo clic su "Rimuovi" per eliminare la mappa del sito da GSC.

Come correggere gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console?

Conferma rimozione mappa del sito

  • Vedrai un messaggio di successo "Sitemap rimossa" in basso.

Come correggere gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console?

Messaggio di successo

Ora torna alla sezione "Sitemap" e invia nuovamente la tua Sitemap.

Come correggere gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console?

Invia nuovamente la mappa del sito

Se tutto va bene, vedrai lo stato come successo.

Come correggere gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console?

Mappa del sito inviata con successo

Se il messaggio di errore viene visualizzato di nuovo, potrebbe essere necessario rimuoverlo e inviarlo di nuovo alcune volte per ottenere lo stato di esito positivo.

2 Controlla l’accesso e il formato della mappa del sito

Se il reinvio non ha risolto il problema, è il momento di avviare la procedura di risoluzione dei problemi sul tuo sito. La prima cosa che devi controllare è aprire l’URL della mappa del sito nel browser. Assicurati di non ricevere l’errore 403 proibito o altri errori di timeout HTTP. Puoi anche controllare l’autorizzazione del file del file sitemap XML sul server in modo che sia accessibile su un browser. Se il file della mappa del sito è accessibile, prova le seguenti opzioni.

Se stai utilizzando una mappa del sito personalizzata, assicurati di controllare che il formato e la struttura siano corretti prima di inviare in GSC.

3 Cancella cache

La memorizzazione nella cache aiuta a velocizzare il tuo sito Web WordPress e a ridurre il tempo di caricamento della pagina. Tuttavia, può causare pochi problemi se non utilizzato correttamente. Innanzitutto, controlla la data in cui hai ricevuto l’errore della mappa del sito in GSC. Cerca di capire se hai apportato modifiche importanti al tuo sito durante quel periodo. Probabilmente, potresti aver aggiornato un plug-in o cambiato tema sul tuo sito e dimenticare di eliminare il vecchio contenuto memorizzato nella cache. Anche se non hai apportato alcuna modifica, la cache danneggiata può bloccare Googlebot e portare all’errore 403 sebbene tu possa visualizzare correttamente le pagine nel browser.

  • Se stai utilizzando un plug-in di memorizzazione nella cache sul tuo sito, elimina l’intera memorizzazione nella cache dalla pagina delle impostazioni del plug-in.
  • Controlla se il tuo server esegue la memorizzazione nella cache e svuota tutto il contenuto memorizzato nella cache. Ad esempio, le società di hosting come SiteGround offrono la memorizzazione nella cache statica, dinamica e Memcached. Devi svuotare tutte queste cache per offrire nuovi contenuti a Googlebot per evitare errori relativi alla cache.

Dopo aver eliminato tutti i contenuti memorizzati nella cache, utilizza l’ispezione URL o lo strumento ottimizzato per dispositivi mobili in GSC per verificare l’aspetto della pagina sottoposta a scansione a Googlebot. Se tutto sembra a posto, puoi provare a inviare nuovamente la sitemap XML.

4 Escludere la Sitemap dalla memorizzazione nella cache

C’è un altro possibile problema con la memorizzazione nella cache. Alcuni plugin possono memorizzare nella cache il file della mappa del sito XML e causare problemi. I plugin di memorizzazione nella cache popolari come WP Rocket per impostazione predefinita ignorano la mappa del sito XML e le pagine WooCommerce dalla memorizzazione nella cache. Se non sei sicuro che il tuo plug-in di memorizzazione nella cache ignori l’URL della mappa del sito, aggiungi manualmente gli URL della mappa del sito non riusciti. Dopodiché svuota la cache e controlla che l’invio della mappa del sito funzioni correttamente in GSC.

Puoi aggiungere una delle voci seguenti nella pagina delle impostazioni del plug-in di memorizzazione nella cache per ignorare i file della mappa del sito dalla memorizzazione nella cache:

sitemap_index.xml *.-sitemap.xml

In genere, i plug-in ignorano la parte del dominio e l’aggiunta delle voci di cui sopra dovrebbe ignorare tutti i file della mappa del sito dalla memorizzazione nella cache.

5 HTML vs XML Sitemap

Sono disponibili due tipi di sitemap: le sitemap XML aiutano i motori di ricerca e le sitemap HTML aiutano gli utenti umani. Devi inviare la mappa del sito XML in GSC, altrimenti vedrai un errore come "La mappa del sito inviata è una pagina HTML".

6 File mappa del sito di grandi dimensioni

WordPress per impostazione predefinita genera un file mappa del sito. Tuttavia, l’utilizzo di plug-in aiuta a generare file mappa del sito personalizzati e a nascondere contenuti non necessari come tag e archivi. Ad esempio, il plug-in Yoast SEO genererà la mappa del sito XML semplicemente attivando un’opzione nelle impostazioni. Puoi facilmente abilitare o disabilitare il tipo di post e le tassonomie da mostrare o nascondere nella mappa del sito. È anche possibile includere o escludere singoli post/pagina nella mappa del sito.

Tuttavia, il problema deriva dalla dimensione del file della mappa del sito. In precedenza, Yoast offriva un’opzione per controllare il numero di URL su ciascun file della mappa del sito. Tuttavia, questo è stato rimosso e ora ogni singola mappa del sito può contenere un massimo di 1000 URL. Molti server di hosting condiviso impediranno la visualizzazione di un singolo file mappa del sito con 1000 URL a causa delle risorse del server limitate. Ciò potrebbe impedire a Googlebot di eseguire la scansione della mappa del sito di grandi dimensioni e causare errori come 403 vietato.

Come correggere gli errori della Sitemap di WordPress in Google Search Console?

1000 URL in Yoast Sitemap

In questo caso, l’unica opzione è disabilitare la funzione mappa del sito da Yoast e cercare un altro plugin che ti aiuti a suddividere la mappa del sito in file più piccoli. È possibile limitare il numero di URL a 200 o meno in una singola mappa del sito in modo che Googlebot possa facilmente eseguire la scansione con errori.

7 Indice della mappa del sito e mappe del sito individuali

Un altro problema potrebbe essere dovuto all’indice della mappa del sito che contiene un numero elevato di singole mappe del sito. La maggior parte delle volte accade che Googlebot non sia in grado di eseguire la scansione di una o poche delle singole Sitemap nel file di indice. In questo caso, puoi eliminare i singoli file sitemap.xml e inviarli separatamente. Anche se questo non fa alcuna differenza, ha funzionato bene poiché abbiamo testato più volte. La mappa del sito in errore con lo stato di errore come parte di un file di indice funziona correttamente se inviata come singolo file della mappa del sito.

Parole finali

Puoi provare una delle soluzioni di cui sopra per correggere gli errori della mappa del sito in Google Search Console. Se visualizzi costantemente errori vietati, verifica con il tuo host se limitano la velocità di scansione di Googlebot. Per assicurarti che gli errori della mappa del sito non influiscano sul tuo traffico, utilizza lo strumento Controllo URL per verificare che le tue pagine importanti siano disponibili su Google. Se le pagine non sono disponibili, richiedi prima la reindicizzazione delle pagine fino al momento in cui tenti di risolvere i problemi relativi alla mappa del sito.

Fonte di registrazione: webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More