TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

Come funziona il motore di ricerca di Google?

16

Non è stato così facile sapere cosa è successo in altre parti del mondo negli anni ’90. La crescita digitale negli ultimi due decenni è stata inimmaginabile e il mondo intero viene portato nelle mani dei singoli esseri umani. I motori di ricerca come Google sono uno dei motivi importanti per questa crescita digitale per portare le informazioni a portata di mano. Ogni giorno vengono effettuate più di miliardi di ricerche in Google per trovare le informazioni pertinenti. Sebbene di base, è interessante e importante capire come funziona il motore di ricerca di Google per visualizzare la migliore pagina web possibile nei risultati di ricerca.

Tipi di motori di ricerca

Fondamentalmente sono disponibili tre tipi di motori di ricerca:

  • Motori di ricerca automatici basati su crawler
  • Motori di ricerca gestiti manualmente
  • Tipi ibridi

I motori di ricerca più popolari che utilizziamo quotidianamente sono i tipi ibridi. Hanno bot automatizzati per trovare le informazioni e utilizzano un intervento manuale minimo per classificare i dettagli. Ulteriori informazioni sui diversi tipi di motori di ricerca.

Come funziona il motore di ricerca di Google?

Google utilizza crawler automatizzati per ottenere informazioni dal Web e utilizza l’intervento umano per intraprendere azioni contro pratiche scorrette. Di seguito sono riportati i quattro passaggi di base che Google segue per visualizzare una pagina Web nei risultati di ricerca:

  • Trovare informazioni eseguendo la scansione del Web
  • Indicizzazione delle informazioni nel database di ricerca
  • Calcolare la pertinenza
  • Recupero dei risultati della ricerca

Passaggio 1: scansione del Web

I motori di ricerca utilizzano un codice software per trovare le informazioni disponibili dalle pagine web. Il codice del software viene indicato con molti nomi come crawler, bot, spider, ecc. Di seguito sono riportati alcuni dei crawler utilizzati dai motori di ricerca più diffusi.

  • Googlebot utilizzato da Google per la scansione del web
  • Bingbot utilizzato dal motore di ricerca Bing
  • Baidu Spider utilizzato dal motore di ricerca Baidu
  • Yandexbot utilizzato dal motore di ricerca Yandex

Un singolo motore di ricerca può utilizzare più crawler per trovare diversi tipi di informazioni. Ad esempio, Google utilizza i seguenti crawler per trovare pagine Web pertinenti sul Web:

Nome del crawler (agenti utente) Scopo
Googlebot Utilizzato per indicizzare i contenuti da mostrare nei risultati di ricerca web di Google. Questo è anche lo stesso crawler utilizzato per gli smartphone.
Googlebot-Immagine Utilizzato per indicizzare le immagini da mostrare nei risultati di ricerca di immagini di Google.
Googlebot-Notizie Utilizzato per raccogliere feed di notizie da mostrare nei risultati di ricerca di Google News.
Googlebot-Video Utilizzato per eseguire la scansione dei video sul Web per la visualizzazione nei risultati di ricerca dei video.
Googlebot-Mobile Utilizzato per la ricerca mobile di Google su feature phone.
Mediapartners-Google Utilizzato per l’indicizzazione del contenuto della pagina Web per la visualizzazione di annunci Google AdSense pertinenti.
Come funziona il crawler?

I crawler dei motori di ricerca cercano ogni singola pagina web sul web e trovano i collegamenti ipertestuali nelle pagine. Ogni collegamento viene seguito o ignorato (nofollow) come indicato tramite i meta tag. Esistono modi per controllare i crawler tramite .htaccess, robots.txt e meta tag. Puoi leggere di più sull’ottimizzazione dei motori di ricerca per i crawler in un articolo separato.

I dettagli raccolti dai crawler vengono inviati ai server di Google per la classificazione e l’indicizzazione.

Come funziona il motore di ricerca di Google?

I crawler utilizzano l’elenco delle pagine Web in base alle informazioni precedenti e utilizzano anche la Sitemap XML inviata dai proprietari del sito. La Sitemap XML viene inviata a Google tramite Google Search Console e anche altri motori di ricerca hanno il proprio account di strumenti per i webmaster. A differenza di prima, i crawler sono più intelligenti per comprendere il significato dei contenuti, convalidare le modifiche ai contenuti e valutare i collegamenti.

Per i proprietari di siti Web su crawler:
  • I crawler utilizzano anche la larghezza di banda del server del sito, quindi potrebbe essere necessario controllare la velocità di scansione dei bot dei motori di ricerca automatici. Puoi controllare i crawler sotto il controllo della ricerca di Google e il rispettivo account degli strumenti per i webmaster.

Come funziona il motore di ricerca di Google?

Impostazione della velocità di scansione in Google Search Console

  • Google non consente di impostare il tempo di scansione. Quello che puoi fare è semplicemente aumentare o diminuire la frequenza. Ma Bing offre il controllo per sapere esattamente quando vuoi che Bingbot esegua la scansione del tuo sito. In tali casi, assicurati di impostare la velocità di scansione massima quando hai meno visitatori sul tuo sito.
  • Google decide la scansione delle pagine in base al proprio algoritmo e non accetta pagamenti per scansionare il sito più frequentemente. Quando la tua pagina web non è visibile nei risultati di ricerca, utilizza l’ opzione Visualizza come Google per inviare i tuoi contenuti a Google.
  • Esistono anche bot dannosi che potrebbero non seguire la guida di robots.txt o meta tag.

Passaggio 2: classificazione e indicizzazione delle informazioni scansionate

Ogni giorno vengono pubblicate nuove pagine e vecchi domini in scadenza. Quindi i crawler devono ottenere le informazioni più recenti e corrette e inviarle ai server. I server di Google classificano le informazioni ricevute e le indicizzano per un facile riferimento.

Immagina una libreria con scaffali classificati con sezioni. Puoi trovare facilmente un libro guardando sul relativo scaffale. I server di Google effettuano una classificazione simile delle informazioni in base alle parole chiave nelle pagine web. Questo è il motivo per cui le parole chiave su ogni singola pagina web sono importanti, poiché la pagina verrà classificata di conseguenza.

Come funziona il motore di ricerca di Google?

Indicizzazione basata su parole chiave

Google ha un sofisticato sistema di indicizzazione per controllare più fattori sul contenuto della pagina web. Ad esempio, il momento in cui il contenuto pertinente viene visualizzato in cima ai risultati di ricerca in base alla pertinenza anziché alle parole chiave. Anche immagini e video vengono utilizzati rispettivamente per la ricerca di immagini e video.

Se sei il proprietario di un sito web, assicurati che la pagina sia scritta per utenti umani con il contenuto leggibile. In generale, i motori di ricerca interpretano facilmente i contenuti testuali rispetto a immagini, video e contenuti flash.

Step3 – Calcolo della pertinenza

Quando cerchi una query, il motore di ricerca deve cercare risultati pertinenti da miliardi di pagine web indicizzate. Con il sistema di scansione e indicizzazione altamente intelligente, è facile per Google cercare le pagine pertinenti alle parole chiave cercate. In parole semplici, la pertinenza tra la query di ricerca e il contenuto della pagina web decide il risultato recuperato.

Come funziona il motore di ricerca di Google?

Calcolo della rilevanza

D’altra parte, Google utilizza anche la pertinenza per indicizzare il contenuto con il contesto corretto.

  • Quando c’è una parola "Washington" su una pagina web, Google può facilmente interpretare il contesto sia che sia usata come nome del luogo o di una persona.
  • I siti con una nicchia mirata tendono a ottenere prestazioni migliori rispetto ai siti con un ambito più ampio.
  • Google comprende il nome del marchio. Ad esempio, quando cerchi "webnots" otterrai "webnots.com" come risultato migliore. Sebbene non vi sia alcun significato nel dizionario dei webnot, nel corso del tempo Google capirà che si tratta di un marchio.

Step4 – Recupero dei risultati

Una volta recuperato l’elenco di pagine pertinente, il passaggio finale consiste nel recuperare i risultati nell’ordine appropriato. Generalmente le pagine più popolari sono elencate in alto e la popolarità è calcolata in base alla qualità dei link in entrata alla pagina. Il concetto è molto semplice: le pagine popolari sono indirizzate da un numero maggiore di persone e hanno un’elevata referenza su siti Web esterni.

L’elenco basato sulla popolarità dei link funziona perfettamente se i link sono legittimi. Sfortunatamente questo concetto di ranking ha creato una rivoluzione nel campo del marketing dei motori di ricerca che ogni proprietario di un sito ha iniziato a creare link artificiali. Ciò include lasciare l’URL del sito nella sezione commenti, post sul forum e tutti i possibili luoghi sui siti popolari. Google ha apportato molti miglioramenti a questo concetto di popolarità dei collegamenti, come non considerare i collegamenti dalla sezione dei commenti. Inoltre ci sarà una pesante sanzione per i siti che hanno collegamenti artificiali e cercano di manipolare la popolarità dei collegamenti con qualsiasi mezzo.

Come funziona il motore di ricerca di Google?

Risultati di ricerca di Google

Sebbene i risultati della ricerca vengano visualizzati in frazioni di secondi, esistono enormi algoritmi matematici per calcolare la posizione delle pagine Web nei risultati della ricerca. Ciò garantisce che i proprietari del sito forniscano informazioni più utili e di facile utilizzo ai visitatori.

Fonte di registrazione: www.webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More