TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

Come migliorare il collegamento interno nel sito WordPress?

3

La pubblicazione di contenuti unici e utili è uno dei fattori più importanti nella gestione di un sito web. Tuttavia, l’ottimizzazione per i motori di ricerca è altrettanto importante per ottenere visitatori dalla ricerca organica. Altrimenti, il tuo bellissimo contenuto non è di alcuna utilità senza lettori. In precedenza, la SEO si occupava di ottenere backlink da siti Web di alta qualità. Le cose ora sono cambiate e devi creare la struttura dei link interni del tuo sito per migliorarne la visibilità. In questo articolo, spiegheremo come migliorare il tuo collegamento interno utilizzando diversi metodi nel sito WordPress.



Dove posso vedere i dettagli sui collegamenti interni?

Prima di continuare a leggere, è importante comprendere gli attuali dettagli sui collegamenti interni del tuo sito. Per questo devi aggiungere e verificare il tuo sito in Google Search Console. La nuova interfaccia contiene ancora le sezioni legacy che mostrano i dettagli dei collegamenti interni del sito verificato. questo ti aiuterà a capire le pagine più collegate del tuo sito. Puoi prendere questo come riferimento e ottimizzare la struttura del sito.

Come migliorare il collegamento interno nel sito WordPress?

Dettagli del collegamento interno in Google Search Console

1 Menu intestazione e piè di pagina

L’intestazione o il menu di navigazione principale ti aiuta a collegare pagine importanti e di alto livello sul tuo sito. Tradizionalmente il menu dell’intestazione include pagine come home, blog, su di noi e contattaci. Poiché queste pagine sono le pagine a cui si accede più frequentemente, ha senso collegarle nella sezione dell’intestazione visibile in tutto il sito. Ad esempio, gli utenti devono cercare la pagina dei contatti sul tuo sito ogni volta che desiderano contattarti.

Allo stesso modo, puoi avere un menu a piè di pagina con altre pagine importanti del tuo sito come termini, privacy, ecc. Puoi andare su "Aspetto> Menu" e creare menu per il tuo sito. La maggior parte dei temi ovviamente supporta il menu di intestazione, tuttavia, non tutti i temi supportano menu nell’area piè di pagina Potrebbe essere necessario modificare il file footer.php per inserire il menu nell’area piè di pagina.

Come migliorare il collegamento interno nel sito WordPress?

Posizioni dei menu supportate nel tema

2 Widget barra laterale e piè di pagina

Simile all’intestazione e al piè di pagina, i widget della barra laterale svolgono un ruolo importante nella creazione di una struttura di collegamento interna per il tuo sito. In genere, puoi collegare gli articoli recenti, popolari, di categoria e di raccolta nella barra laterale. Questo ti aiuterà a promuovere e indirizzare il traffico verso quelle pagine. WordPress be default offre un widget "Menu di navigazione" che puoi inserire nella barra laterale e nel piè di pagina.

  • Vai alla sezione "Aspetto> Menu" e crea un menu con le tue pagine. Salva il menu e annota il nome.
  • Ora vai alla sezione "Aspetto> Widget" e inserisci il widget "Menu di navigazione" nella barra laterale o nel piè di pagina.
  • Dai un titolo al tuo widget e seleziona il nome del menu che hai creato.
  • Salva il widget per mostrare le voci del menu di navigazione sul tuo sito.

Come migliorare il collegamento interno nel sito WordPress?

Menu di navigazione nella barra laterale

Offerta SEO: ottimizza il tuo sito con la speciale prova gratuita di 14 giorni di Semrush Pro.

3 Usa categorie e tag

Puoi creare categorie in WordPress con relazione genitore e figlio. Dopo aver impostato le categorie, assegni le categorie ai post nell’editor prima della pubblicazione. Ricorda, l’assegnazione della categoria è obbligatoria per i post in WordPress. Altrimenti, WordPress assegnerà una categoria predefinita quando fai clic sul pulsante "Pubblica". Breadcrumb è una navigazione visiva per mostrare la struttura delle categorie del tuo sito. Assicurati di mostrare il breadcrumb su ogni post, in particolare su quei post che hanno più categorie. Questo aiuterà gli utenti che arrivano a una pagina per capire la posizione corrente della pagina sul tuo sito. Google mostra anche breadcrumb nei risultati di ricerca che possono facilmente migliorare la percentuale di clic.

Come migliorare il collegamento interno nel sito WordPress?

Breadcrumb nei risultati di ricerca di Google

Simile alle categorie, puoi assegnare tag per strutturare il tuo sito. Sebbene i tag non vengano visualizzati nel breadcrumb, sia i tag che le categorie creeranno pagine di archivio. Queste pagine di archivio possono anche indirizzare il traffico da Google e da altri lettori di feed.

4 Trova articoli senza collegamenti interni

Quando crei un nuovo sito, potresti non avere articoli sufficienti per collegarti tra loro. Nel corso del periodo, la maggior parte dei tuoi vecchi articoli rimarranno senza collegamenti ad altri articoli sul tuo sito. Trova tutti i vecchi articoli che non contengono collegamenti e prova ad aggiornare con i collegamenti pertinenti. Ciò aumenterà la struttura di collegamento interna e aiuterà a riconquistare il ranking di quelle vecchie pagine.

5 Trova articoli non collegati ad altre pagine

Devi combinare questo passaggio con il passaggio precedente. Alcuni articoli sul tuo sito potrebbero avere collegamenti ad altre pagine ma non avere collegamenti in entrata da altre pagine. Queste pagine senza collegamenti interni in entrata sono pagine morte anche se disponi di collegamenti di intestazione, piè di pagina e barra laterale a livello di sito. È possibile trovare pagine senza collegamenti interni in entrata e collegarle a pagine che non contengono collegamenti (identificate nel passaggio 2).

SEO WordPress: ottimizza il sito WordPress con la guida SEO gratuita per WordPress.

6 Sommario

Il collegamento interno non è sempre tra due articoli diversi. Puoi anche creare collegamenti tra le sezioni dello stesso articolo. Puoi farlo facilmente aggiungendo ID CSS personalizzati alle intestazioni e mostrando tutte le intestazioni come un sommario. Google mostrerà i collegamenti di sezione nei risultati di ricerca in modo che gli utenti possano passare direttamente a quella sezione invece di leggere l’intero articolo.

Ricorda, Google utilizza anche l’indicizzazione dei passaggi per mostrare una sezione della pagina nei risultati di ricerca. Avere un sommario con collegamenti di sezione ti aiuterà a migliorare la visibilità del tuo motore di ricerca con l’indicizzazione dei passaggi.

7 articoli correlati

L’opzione popolare utilizzata da molti blogger è quella di mostrare gli articoli correlati in fondo alla pagina. Puoi raccogliere i link interni pertinenti e mostrarli come un blocco per migliorare la percentuale di clic.

8 Collegamento interno per le pagine

A differenza dei post del blog, WordPress consente alle pagine di avere una relazione genitore e figlio. Questo sarà molto utile per i siti Web di nicchia per mostrare i collegamenti in modo strutturato. Ad esempio, potresti avere una pagina principale per "cani" e pagine figlie per "addestramento del cane", "cura del cane" e "cibo per cani". Puoi utilizzare questa configurazione genitore-figlio in due modi:

  • Collega tutte le pagine secondarie alla pagina principale in modo che gli utenti possano accedere facilmente alla sezione richiesta.
  • Collega tutte le pagine secondarie in ciascuna pagina secondaria. Ad esempio, la pagina "addestramento del cane" dovrebbe contenere collegamenti alle pagine "cura del cane" e "cibo per cani".

Creare intestazione, piè di pagina e menu di navigazione è un compito facile e non hai bisogno di plugin aggiuntivi per questo scopo. Tuttavia, trovare pagine che non contengono collegamenti o non hanno collegamenti in entrata è un compito difficile. Allo stesso modo, non è un compito pratico creare manualmente un sommario o un post correlato per ogni articolo sul tuo sito. Ecco che arriva l’uso di pratici plug-in che è possibile utilizzare per comprendere la struttura dei collegamenti interni e automatizzare alcune attività.

Yoast SEO gratuito e Premium

Il modo migliore per migliorare i collegamenti interni nel sito WordPress è utilizzare il popolare plug-in Yoast SEO. La versione gratuita mostra il numero di collegamenti interni per ogni articolo/pagina e il numero di collegamenti interni in entrata nella pagina dell’indice articolo/pagina. Vai alla sezione "Post > Tutti i post" o "Pagine > Tutte le pagine" per ottenere i dettagli del collegamento interno. È possibile utilizzare queste informazioni per aggiornare il contenuto e migliorare la struttura dei collegamenti interni.

Come migliorare il collegamento interno nel sito WordPress?

Numero di collegamenti interni con Yoast

Inoltre, puoi anche inserire breadcrumb utilizzando la versione gratuita di Yoast SEO. La parte migliore è che puoi scegliere la categoria principale da mostrare nel breadcrumb quando assegni più categorie a un post. La versione premium di Yoast SEO offre funzionalità aggiuntive per ottimizzare ulteriormente la struttura dei collegamenti interni del tuo sito.

  • Trova articoli orfani che non hanno collegamenti interni in entrata. Come accennato, puoi collegare questi articoli orfani all’interno dell’articolo senza collegamenti interni.
  • Inserisci il blocco del sommario – sebbene questo sia manuale, aiuta.
  • Suggerimento di collegamento interno: mostra cinque collegamenti pertinenti in modo da poterli inserire manualmente o inserirlo come widget di articolo correlato.
  • Sottopagine e blocco di pari livello per inserire la struttura della pagina.

Gutenberg o Sommario

Puoi utilizzare lo strumento di collegamento ipertestuale in WordPress per cercare e collegare manualmente le pagine del tuo sito. Questo sarà utile quando conosci tutti i post con parole chiave e titolo pertinenti. Sebbene manuale, questo è il metodo ampiamente utilizzato per inserire collegamenti interni in WordPress. Se l’hai notato, l’editor Gutenberg ti consente anche di inserire l’ancora HTML nell’intestazione. Puoi utilizzare queste ancore e creare collegamenti di sezione per avere una struttura all’interno di un articolo.

Come migliorare il collegamento interno nel sito WordPress?

Utilizzo dell’ancora HTML in Gutenberg

Tuttavia, utilizzare Gutenberg sarà un compito noioso per inserire tutti i collegamenti di sezione in un bellissimo layout. L’opzione più semplice è inserire il sommario utilizzando un plug-in dedicato. Puoi saperne di più sull’inserimento del sommario nel nostro articolo precedente per automatizzare questa attività.


Articoli Correlati:


Se non stai utilizzando Yoast premium, cerca il plug-in di post correlato che funzioni per il tuo sito. Ricorda, i plug-in di post correlati possono rallentare il tuo sito poiché devono indicizzare ogni articolo sul tuo database e mostrare dinamicamente quando la pagina viene caricata. Puoi utilizzare i consigli sui contenuti corrispondenti di Google AdSense o altri strumenti di terze parti come Outbrain per superare questo problema.

Come migliorare il collegamento interno nel sito WordPress?

Annunci di contenuti con corrispondenza di Google AdSense

C’è anche un plug-in di post correlati in linea disponibile per WordPress che inserisce automaticamente i collegamenti all’interno dell’articolo.

Collegamento interno automatico

Esistono plugin come Internal Links Manager per creare automaticamente collegamenti interni. Puoi creare parole chiave e assegnare collegamenti in modo che il plugin inserisca automaticamente i collegamenti. Questo può funzionare bene per i siti più piccoli con un numero limitato di post o pagine. Tuttavia, per i siti più grandi, questa è un’idea stupida a meno che non utilizzi correttamente quelle parole chiave sul tuo sito. In pratica, è un compito difficile utilizzare parole chiave specifiche in modo uniforme su tutto il sito.

Ad esempio, abbiamo 400 articoli sui tutorial di WordPress e utilizziamo alcune frasi in un contesto diverso o simile. Ad esempio, utilizziamo la frase chiave "Ottimizza WordPress" per diversi tipi di ottimizzazione. L’inserimento automatico di un collegamento per tutte le apparenze di questa frase chiave non sarà di alcun aiuto. Pertanto, assicurati di capire prima di provare a utilizzare questo tipo di plugin. L’opzione alternativa e funzionante consiste nell’utilizzare plug-in premium come Yoast SEO che offrono un blocco di collegamenti correlati interni.

WordPress e problemi di collegamenti interni

È inoltre necessario prestare attenzione quando si utilizzano determinati collegamenti interni in WordPress. Ti consigliamo di impostare noindex o di utilizzare l’URL canonico in modo che non influisca sul tuo posizionamento.

  • Pagine di ricerca interne: WordPress offre una casella di ricerca utilizzando la quale gli utenti possono cercare contenuti sul tuo sito. Tuttavia, puoi trovare queste pagine di ricerca in Google Search Console quando Google tenta di indicizzarle. Assicurati di non indicizzare queste pagine che non aggiungono alcun valore agli utenti.
  • Impaginazione: quando si utilizza l’impaginazione nei commenti e si divide un singolo post con interruzione di pagina, assicurarsi di utilizzare l’URL canonico. Questo ti aiuterà a mantenere il posizionamento sui motori di ricerca nella pagina principale.
  • Feed e tag: WordPress crea feed automatici per ogni tag e categoria. Se non richiesto, puoi disabilitare questi feed per evitare che vengano indicizzati da Google. Sebbene i tag possano aiutare a indirizzare il traffico, puoi taggare gli archivi noindex per evitare che gli utenti arrivino alle pagine di archivio dai risultati di ricerca.
  • Archivi autore e data: se stai eseguendo un blog con un solo autore, le pagine dell’archivio dell’autore e dell’archivio delle date saranno le stesse della pagina dell’indice del tuo blog. In questo caso, puoi disabilitarli completamente da noindex per evitare contenuti duplicati.

Puoi verificare che queste opzioni siano disponibili nel tuo plug-in SEO e abilitare l’utilizzo delle funzionalità.

Parole finali

Come puoi vedere, la creazione di una struttura di collegamento interna sana ha più passaggi. Devi includerlo come una delle tue attività di manutenzione ordinaria per aggiornare il contenuto con i collegamenti pertinenti. Ciò consentirà ai motori di ricerca di eseguire la scansione di tutte le pagine collegate e di indicizzarle correttamente. Di conseguenza, puoi ottenere buoni risultati nelle pagine dei risultati di ricerca e ottenere traffico sul tuo sito web.

Fonte di registrazione: webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More