TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

Confronto di hosting condiviso tra SiteGround e Bluehost

3

SiteGround e Bluehost sono due delle migliori società di hosting condiviso per blogger di livello principiante. Il sito ufficiale di WordPress.org consiglia entrambi questi provider di hosting. All’inizio, abbiamo utilizzato Bluehost per ospitare il nostro sito e poi ci siamo spostati su SiteGround. Abbiamo usato il piano GoGeek di SiteGround per qualche tempo prima di passare alla piattaforma Cloud VPS. Pertanto, puoi essere certo che il ridimensionamento del tuo sito sarà facile in una fase successiva. Tuttavia, scegliere la buona opzione per te tra SiteGround e Bluehost è un compito impegnativo. Con la nostra esperienza su entrambe le piattaforme di hosting condiviso, ecco la nostra esperienza.

SiteGround Vs Bluehost

I ragazzi di SiteGround hanno fatto una prestazione eccezionale per ampliare la loro piattaforma nell’arena di hosting competitiva. Inizialmente, non sono nell’elenco consigliato di WordPress.org. Tuttavia, ora fanno parte della lista ufficiale grazie al loro buon servizio. D’altra parte, Bluehost ha perso i suoi clienti (come noi) a SiteGround a causa del loro scarso servizio clienti.

Entrambe le società offrono hosting cPanel con il programma di installazione con un clic di Softaculous per l’installazione di pacchetti popolari come WordPress. La tabella seguente mostra le offerte attuali di queste società:

Caratteristica SiteGround StartUp Bluehost di base
Dominio No 1 include per un anno
Traffico ~10K Senza limiti
SSL Gratuito Gratuito
Prezzo di rinnovo più basso $ 11,95 $ 7,99
Prezzo di offerta più basso $ 3,95 $ 2,95
Larghezza di banda illimitata illimitata
Numero di siti 1 1
memorizzazione nella cache No No
Trasferimento sito web No No
CDN Cloudflare integrato No
Backup Quotidiano No
Magazzinaggio 10 GB 50 GB

Vediamo i pro e i contro dell’utilizzo di SiteGround e Bluehost in base a diversi fattori.

Configurazione dell’hosting

Bluehost ha aggiornato i propri account di hosting per utilizzare una dashboard migliore che aiuta a trovare facilmente le app. Dopo il login, atterrerai direttamente nella dashboard e accedi facendo clic sulla sezione "Avanzate". Questo è più facile da usare in quanto non è necessario accedere un’altra volta a cPanel

Confronto di hosting condiviso tra SiteGround e Bluehost

Account di hosting Bluehost

A partire da marzo 2020, SiteGround utilizza l’account di hosting tradizionale in cui vedrai la dashboard dell’account durante l’accesso. Tuttavia, devi accedere ancora una volta a cPanel ed è un problema non poter tornare all’account di hosting da cPanel. Ciò significa che devi uscire da cPanel e accedere nuovamente per visualizzare il tuo account di hosting.

Ora, SiteGround ha aggiornato la configurazione dell’account di hosting e consente di gestire in modo simile a Bluehost.

Confronto di hosting condiviso tra SiteGround e Bluehost

SiteGround cPanel

Velocità del sito

La velocità del sito è sempre un problema quando si ospita su server condivisi. Per quanto abbiamo notato, SiteGround limita il numero di siti sul server consentendo così ai singoli siti di caricarsi più velocemente rispetto ai siti Bluehost. Sfortunatamente, questo ha alcune limitazioni e sotto ci sono i limiti per il piano di hosting condiviso più alto GoGeek.

  • Processi server simultanei: 30
  • Connessioni simultanee da IP singolo: 20
  • Secondi CPU / Esecuzioni di programmi e script: 4000/ora, 40000/giorno, 800000/mese
  • Tempo medio di esecuzione del processo al giorno: 4 secondi
  • Utilizzo della CPU del servizio condiviso: non più del 20% per un periodo superiore a 10 secondi
  • Memoria server per processo: 768 MB
  • Inode: 450.000
  • Intervallo di lavoro Cron minimo: 30 minuti

Se disponi di plug-in ad alta intensità di risorse come WooCommerce, dimentica di utilizzare il piano StartUp di SiteGround. Probabilmente, Bluehost può funzionare in questo caso, ma ti consigliamo comunque di scegliere piani di alto livello per il negozio online.

Tempo di attività e tempo di inattività

Entrambe le società affermano un tempo di attività del 99%, mentre potrebbe non essere il caso in pratica. Quando eravamo su Bluehost, ricevevamo molte e-mail di inattività dal monitoraggio Jetpack.

Confronto di hosting condiviso tra SiteGround e Bluehost

Notifica sito inattivo Jetpack

Questo è stato lo stesso caso con il piano SiteGround GoGeek. Tuttavia, il nostro attuale Google Cloud è di qualità superiore che non ricordiamo nemmeno quando abbiamo ricevuto l’ultimo avviso e-mail di inattività.

Traffico e larghezza di banda

SiteGround ha limitazioni sulla visualizzazione della pagina per i loro piani di hosting condiviso. Ad esempio, il piano StartUp più basso di SiteGround ha un limite di 10K. Questo è un limite morbido e riceverai un avviso quando raggiungi questo limite. Ovviamente, devi passare al piano successivo per evitare la cessazione del servizio.

Confronto di hosting condiviso tra SiteGround e Bluehost

Servizi SiteGround interrotti a causa dell’elevato utilizzo della CPU

Bluehost non ha alcun limite alla larghezza di banda e offre un utilizzo illimitato. Ma non dovresti abusare del server condiviso installando plugin come W3 Total Cache che supereranno il limite di conteggio dei file.

Piani tariffari

SiteGround offre prezzi semplici e chiari per i servizi di hosting condiviso. Hanno 3 piani a partire da $ 11,95 al mese per il piano StartUp.

Confronto di hosting condiviso tra SiteGround e Bluehost

Piani tariffari SiteGround

Tuttavia, Bluehost ha quattro piani e il piano di base più basso ti costerà $ 7,99 al mese. In entrambi i casi si parla di prezzi di rinnovo del contratto e non di prezzi di offerta iniziale. Bluehost è un chiaro vincitore qui per aver offerto quasi $ 4 in meno al mese.

Confronto di hosting condiviso tra SiteGround e Bluehost

Piani tariffari Bluehost

Capacità del server e memorizzazione nella cache

Entrambe queste società offrono la memorizzazione nella cache lato server per velocizzare i siti Web solo per piani di alto livello. Bluehost offre cache di vernice per l’hosting di WordPress e puoi utilizzare plugin come WP Super Cache per altri scopi. SiteGround offre tre livelli di memorizzazione nella cache con SG CachePress sul lato server e dispone di un plug-in SG Optimizer dedicato per gli utenti di WordPress. Questo è disponibile solo sui piani GrowBig e GoGeek e non sul piano StartUp.

Quindi, per i piani di livello più basso, non ci sarà la memorizzazione nella cache del sito server su entrambe le società. Tuttavia, non troverai alcuna grande differenza nella memorizzazione nella cache per un minimo di siti con poche pagine. Considerando il fatto che non è possibile utilizzare siti più grandi su server condivisi, la memorizzazione nella cache non giocherà un ruolo importante quando si sceglie tra una di queste società per il piano più basso.

Servizio Clienti

Molte persone raccomandano di evitare tutte le società EIG a causa delle modalità di lavoro. In generale, le società EIG come Bluehost e HostGator avranno rappresentanti di supporto offshore che si occupano dei problemi dei clienti. Ciò creerà molti problemi poiché i rappresentanti dell’assistenza sono dipendenti senza una conoscenza completa della propria piattaforma. Tuttavia, aziende come SiteGround offrono supporto con i propri dipendenti. Poiché utilizziamo SiteGround da quasi 4 anni, possiamo dirti che le prestazioni dell’assistenza clienti si stanno deteriorando lentamente. Mentre Bluehost ha iniziato a offrire chat dal vivo e si è concentrato sul miglioramento del processo di supporto.

Quindi, quando un’azienda diventa più grande è evidente che il processo di supporto viene diluito con il modello offshore. Quindi, puoi aspettarti che SiteGround seguirà il percorso in pochi anni. Tuttavia, a questo punto non è necessario attendere 20 minuti con la live chat di Bluehost e ottenere un collegamento di riferimento per trovare una soluzione al problema. SiteGround è molto meglio con SLA predefinito per gestire i ticket e puoi ottenere risposte decenti con la chat dal vivo.

Verdetto finale

Come vedi, Bluehost offre $ 4 in meno al mese sul piano di partenza mentre SiteGruond offre un buon supporto clienti con un’elevata velocità del server. A nostro avviso, la velocità non ha importanza per i siti più piccoli e può essere come una differenza di millisecondi. Pertanto, il processo decisionale dipende dal servizio clienti rispetto al prezzo. Se vuoi iniziare con il prezzo più basso, scegli Bluehost con un livello di servizio inferiore. Se il servizio clienti è la tua priorità, paga poco di più e scegli SiteGround.

Fonte di registrazione: www.webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More