TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

Confronto tra Windows PowerShell e prompt dei comandi

46

A partire da Windows 7 fino a Windows 10, Microsoft ha fornito sia il prompt dei comandi di Windows che le opzioni di Windows PowerShell. Sono due interfacce a riga di comando che aiutano gli utenti a interagire direttamente con il sistema operativo. È possibile utilizzare la maggior parte dei comandi DOS nell’interfaccia della riga di comando.

Correlati: 10 di comando di Windows comandi prompt si deve sapere.

La presenza di queste due shell di comando può creare confusione per la maggior parte degli utenti Windows. È interessante notare che PowerShell e il prompt dei comandi hanno un aspetto simile e la maggior parte dei loro comandi sono gli stessi. Questo articolo mira a tracciare una linea chiara tra i due strumenti, oltre a discutere quale prevale sull’altro.

Prompt dei comandi contro Windows PowerShell

Che cos’è il prompt dei comandi di Windows?

Il prompt dei comandi di Windows (o brevemente cmd) è una shell di comando basata sul sistema operativo MS-DOS del 1980. È stato presente nel sistema operativo Microsoft a partire da Windows NT in poi. È semplicemente un’applicazione Win32 che aiuta gli utenti a interagire con il sistema operativo utilizzando istruzioni testuali (comandi) e parametri.

Gli utenti si affidano alla funzionalità CMD per interagire con tutti gli altri oggetti e applicazioni Win32. Aiuta a completare varie attività in Windows come:

  • Esegui varie app e utilità.
  • Attiva/disattiva le impostazioni critiche di Windows.
  • Crea o modifica script per l’automazione delle attività.
  • Diagnostica e risolvi vari problemi del sistema operativo, ad esempio la ricerca di errori.

Confronto tra Windows PowerShell e prompt dei comandi

Prompt dei comandi

Sebbene ampiamente utilizzata per eseguire le attività precedenti e altre, l’interfaccia del prompt dei comandi presenta alcune limitazioni.

  • Non può accedere alla maggior parte degli elementi di amministrazione del sistema Windows.
  • Non è l’ideale per creare script complessi tra le altre carenze.

Che cos’è Windows PowerShell?

Windows PowerShell è sia una shell dei comandi che un linguaggio di scripting che offre un’integrazione più profonda con il sistema operativo Windows. Si basa sul framework .Net di Microsoft, che consente l’accesso a vari strumenti e funzioni preesistenti. Puoi creare comandi migliori e script complessi senza sforzo utilizzando PowerShell.

Utilizza comandi basati su testo noti come cmdlet e linguaggio di programmazione C#, aiutando l’utente a gestire l’infrastruttura Windows in modo più efficace. In poche parole, PowerShell combina la funzionalità del prompt dei comandi con un potente ambiente di scripting per una facile amministrazione del sistema.

Confronto tra Windows PowerShell e prompt dei comandi

Windows PowerShell

Oltre all’esecuzione di attività simili al prompt dei comandi, PowerShell consente agli utenti e agli amministratori di sistema di eseguire le seguenti operazioni.

  • Accedi in remoto al file system, al registro e a WMI (Windows Management Instrumentation).
  • Crea script complessi con più condizioni.
  • Esecuzione e automazione di attività remote mediante l’uso di script riutilizzabili.
  • Tubazioni di comando tra le altre.

Accesso al prompt dei comandi e Windows PowerShell

Puoi accedere al prompt dei comandi nei seguenti modi:

  • Premi i tasti di scelta rapida "Win + R" per aprire il prompt Esegui. Digita CMD e premi invio per aprire il prompt dei comandi.
  • Digita CMD nella casella di ricerca di Windows o di ricerca di Cortana e seleziona l’app desktop del prompt dei comandi.
  • Fare clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start e selezionare l’opzione Prompt dei comandi o Prompt dei comandi (amministratore). Ricorda, devi eseguire il prompt dei comandi con accesso amministratore per svolgere determinate attività.

Utilizzare una delle opzioni seguenti per aprire Windows PowerShell.

  • Digita powershell nella casella di ricerca e seleziona l’app desktop Windows PowerShell.
  • Premi "Win + R" per aprire il prompt Esegui. Digita powershell e premi invio.
  • Fare clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start o premere i tasti "Win + X" e scegliere l’opzione Windows PowerShell o Windows PowerShell (amministratore).

Quando fai clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start o premi i tasti "Win + X", Windows mostrerà il prompt dei comandi o le opzioni relative a Windows PowerShell. Puoi modificare le impostazioni per scegliere quale opzione vuoi mostrare nel menu.

  • Premi i tasti "Win + I" per aprire l’app Impostazioni di Windows.
  • Fai clic sull’opzione "Personalizzazione" e vai alla sezione "Barra delle applicazioni".
  • Abilita o disabilita l’opzione “Sostituisci il prompt dei comandi con Windows PowerShell…….".

Confronto tra Windows PowerShell e prompt dei comandi

Sostituisci il prompt dei comandi con PowerShell

Confronto tra PowerShell e Prompt dei comandi

Sebbene sia possibile eseguire la maggior parte delle funzioni del prompt dei comandi su Windows PowerShell, non sono le stesse. Ecco alcune delle differenze tra le due interfacce.

  • Mentre Cmd utilizza i comandi DOS, PowerShell utilizza comandi noti come cmdlet, che sono oggetti di programmazione indipendenti che consentono l’accesso alle opzioni di amministrazione di base in Windows. Queste opzioni non sono accessibili dal Cmd, il che significa che gli utenti devono navigare nella GUI per accedervi.
  • Cmd è solo un sistema shell, che limita gli utenti a eseguire solo script semplici e di base per l’esecuzione di file batch. Tuttavia, PowerShell è sia una shell che un ambiente di scripting che supporta la creazione di file grandi e complessi per la gestione del sistema Windows.
  • Il prompt dei comandi non è stato progettato per l’amministrazione del sistema e gli utenti richiedono utilità aggiuntive per estenderne le funzionalità. Al contrario, Windows PowerShell dispone di molti cmdlet che semplificano la vita degli amministratori di sistema. Consente un’ampia gamma di esecuzione e automazione delle attività, inclusa la gestione di utenti e autorizzazioni, configurazioni di sicurezza, estrazione dei dati e amministrazione di Active Directory.
  • Un’altra interessante funzionalità di PowerShell che manca in Cmd è "Alias". Questa è una funzione molto critica che consente agli utenti di configurare nomi personalizzati per diversi script o cmdlet. PowerShell usa gli alias per interpretare i vecchi comandi DOS ed eseguirli come cmdlet di PowerShell. Ad esempio, l’alias per ‘cd’ (DOS) è ‘Set-Location’ (cmdlet).

Confronto tra Windows PowerShell e prompt dei comandi

Alias ​​in Windows PowerShell

Correlati: cosa sono i driver in Windows e come risolvere i problemi dei driver?

  • PowerShell supporta anche le pipe (simili alle variabili) che consentono il concatenamento di diversi cmdlet e la condivisione dei dati di I/O con altri cmdlet. Questa funzionalità consente agli utenti di sviluppare script complessi che possono passare parametri da utilizzare in un altro cmdlet.

Inoltre, PowerShell offre altre funzionalità avanzate tra cui:

  • Windows PowerShell ISE: un ambiente di scripting interattivo che aiuta nella gestione degli script di PowerShell.

Confronto tra Windows PowerShell e prompt dei comandi

Windows PowerShell ISE

  • Secure Shell (SSH) – Protocollo per l’implementazione di connessioni crittografate tra sistemi remoti Windows.
  • Gestione dei pacchetti: uno strumento per monitorare il software all’interno del sistema.
PowerShell o prompt dei comandi, qual è la via da seguire?

Se ti affidi solo a Cmd per eseguire comandi di base come sfc, ipconfig e simili, è comunque uno strumento conveniente. Per gli amministratori di sistema e gli utenti esperti, che devono eseguire attività complesse o gestire sistemi remoti, PowerShell è la strada da percorrere. Consente agli amministratori di sistema di risparmiare tempo consentendo l’accesso a un’automazione più approfondita delle attività di sistema. Tuttavia, è consigliabile che gli utenti di Windows inizino a familiarizzare con quest’ultimo, soprattutto dopo che Microsoft ha creato la shell predefinita per Windows 10. Inoltre, PowerShell è superiore al vecchio Cmd in quanto fornisce tutte le funzionalità di Cmd e altro ancora.

Fonte di registrazione: www.webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More