TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

Guida alla manutenzione di WordPress per i blogger

5

Dopo tutto il duro lavoro che tu e i tuoi sviluppatori mettete nella creazione di un sito Web/blog su WordPress (in realtà è un piacere). Finalmente ti siedi per un po’ di meritato tempo libero – Non così in fretta! È il principio entropico: il tuo lavoro non è mai finito. La tua responsabilità come amministratore del tuo sito web/blog non termina una volta che il tema/i plugin sono a posto e hai iniziato a postare su qualcosa di simile a un programma. C’è un sacco di manutenzione da fare per mantenere il tuo sito web in esecuzione in ottime condizioni: senza errori e complicazioni.



Guida alla manutenzione di WordPress per principianti

Ma non preoccuparti. Tutto ciò che hai sentito sulla facilità d’uso di WordPress è vero. La manutenzione del tuo sito web è uno dei tanti modi in cui te ne renderai conto. Quindi armati di nient’altro che buone intenzioni e il pensiero di prevenire un sacco di problemi in seguito, ecco la guida per principianti per eseguire la manutenzione sul tuo sito Web WordPress self-hosted.

Guida alla manutenzione di WordPress per i blogger

Devi completare ogni passaggio nell’ordine indicato, iniziando con:

1 Backup

Prima di apportare modifiche al tuo sito web, crea una rete di sicurezza creando un backup.

Perché: se qualcosa va storto, puoi ripristinare il tuo sito Web da un backup in modo abbastanza rapido e semplice. Ribadisco, è la tua prima e più forte rete di sicurezza in varie situazioni (hacking, blocco accidentale, grave violazione del codice, ecc.)

Come – …usando un plugin a tua scelta. Esistono fantastici plug-in di backup (che ora sono diventati servizi a tutti gli effetti) con funzionalità aggiuntive come archiviazione cloud, ripristino facile, ecc. UpdraftPlus, VaultPress, BackupBuddy, ecc. Sono ottime scelte.

  • Alcuni provider di hosting offrono servizi di backup di routine, ma è meglio non affidarsi completamente a loro. Verifica con il tuo host per lo stesso.
  • Ricorda di eseguire il backup dell’intero sito, incluso il database. Oppure ottieni un plug-in separato per il backup del database (come WP-DB-Manager).

2 Aggiornamenti

Questo è uno dei passaggi più noiosi/noiosi/complicati nel processo di manutenzione, soprattutto se si dispone di un sito Web di grandi dimensioni con un sacco di plug-in.

Perché: gli aggiornamenti sono necessari per la sicurezza (i difetti di sicurezza delle versioni precedenti sono ora noti al pubblico), migliori prestazioni e nuove funzionalità.

Come: non esiste un plug-in che lo gestirà per te. Procedi con cautela:

  • WordPress Core: gli aggiornamenti delle versioni minori (da 4.3.1 a 4.3.2 ecc.) vengono eseguiti automaticamente a meno che il tuo sviluppatore non lo disattivi. È necessario aggiornare manualmente alle versioni principali (da 4.3 a 4.4).
  • Temi: assicurati di disporre di un backup. È anche utile salvare le modifiche al codice del frontend (piccole modifiche al tema effettuate tramite codice) in un tema figlio o plug-in anziché in file di temi effettivi, altrimenti verranno sovrascritti e li perderai tutti.
  • Plugin: Aggiorna i plugin per ultimi! E fallo uno per uno.

Nota: niente panico se qualcosa si è rotto durante l’aggiornamento. Fare riferimento alla sezione Risoluzione dei problemi della pagina Aggiornamenti di WordPress nel Codex.

Il 99% di tutti i trackback e pingback che ricevi sono spam.

Syed Balkhi (fondatore, WPBeginner)

È una quantità incredibile di spam e gestirli sul tuo blog WordPress è altrettanto un compito impegnativo.

Perché: lo spam dei commenti, i trackback, i pingback, ecc. ricevono una menzione speciale nella manutenzione perché sono dannosi se lasciati accumularsi per lunghi periodi di tempo. I commenti non approvati (spam o altro) occuperanno spazio nel tuo database e lo renderanno lento, e i trackback/pingback sono spambot/idioti che cercano di inserire i loro link irrilevanti e spam nella sezione dei commenti. Per questo è necessaria la moderazione.

Come – Plugin in soccorso! Ci sono alcuni potenti plugin anti-spam nel repository, disponibili gratuitamente (e alcuni a pagamento). WP SpamShield AntiSpam e Akismet sono due dei migliori. Usali per moderare lo spam e mantenerlo gestibile. Dovresti anche disabilitare trackback e pingback andando su "Impostazioni> Discussione" e deselezionando la casella "Consenti notifiche di collegamento da altri blog (pingback e trackback) sui nuovi articoli".

Guida alla manutenzione di WordPress per i blogger

Disabilitare Pingback e Trackback in WordPress

4 Rafforzare la sicurezza

Perché – Questo è un gioco da ragazzi; sappiamo tutti che è un mondo terribile.

Come – Non è paranoia se è vero. Non puoi mai fare abbastanza per rafforzare la sicurezza di WordPress. Rimanere sempre aggiornati fa bene. I server sicuri sono migliori. Plugin come WordFence, Sucuri, ecc. sono necessari per scansioni regolari e controlli di sicurezza. Ma puoi sempre fare di più. Ecco un elenco di buone dimensioni di suggerimenti per la sicurezza di WordPress che i tuoi sviluppatori possono dare un’occhiata (puoi anche lavorarci se sei in grado di gestire un po’ di codice).

5 Ottimizzazione del database

O oliare gli ingranaggi… fai la tua scelta per questa attività di manutenzione di WordPress.

Perché: nel tempo, le iterazioni dei post, i commenti non approvati, i metadati orfani (che sono informazioni sui tuoi dati), ecc. Questo è negativo per i tempi di query (quanto velocemente risponde il tuo sito web) e può intaccare i punteggi delle prestazioni.

Come – Di nuovo… plugin! Usa semplicemente un plugin come WP Optimize o WP Sweep per scuotere le ragnatele dal tuo database e mantenerlo perfettamente pulito.

Nota di chiusura

Questo è tutto per un’efficace manutenzione di WordPress. Oltre a questi passaggi, è la tua volontà di saperne di più sulla piattaforma che renderà la manutenzione del sito Web WordPress un lavoro più semplice. E se incontri qualche intoppo, fai un respiro profondo e ricorda che non è la fine del mondo. Guardati intorno su Google e chiedi aiuto sui forum di supporto di WordPress o mettiti in contatto con una società di sviluppo WordPress per il servizio. È una comunità enorme e felice di aiutare.

Fonte di registrazione: webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More