TechBlogSD - Tutto per WordPress e sviluppo WEB
Istruzioni WEB e WordPress, notizie, recensioni di temi e plugin

Guida per principianti alla SEO delle immagini

5

In generale, i webmaster si concentrano sull’ottimizzazione del contenuto di testo sul sito modificando titoli, meta descrizione e parole chiave. Tuttavia, l’ottimizzazione delle immagini sulla pagina è altrettanto importante per migliorare la velocità di caricamento della pagina. Un’immagine attraente può facilmente coinvolgere gli utenti nella lettura dei tuoi contenuti. Inoltre, in questo mondo mobile la ricerca di immagini sta diventando popolare come la ricerca sul web. In questo articolo, spiegheremo le basi della SEO delle immagini e il corretto utilizzo delle immagini sul tuo sito per una migliore esperienza utente.

Correlati: come ottimizzare le immagini e migliorare la velocità di caricamento della pagina per WordPress?

Importanza dell’immagine SEO

Ci sono molti utenti che cercano immagini dalla ricerca di immagini di Google. Questo ha un enorme potenziale soprattutto per le nicchie di fotografia ed e-commerce. Inoltre, i siti di social network come Pinterest e Instagram utilizzano anche le immagini per connettere gli utenti interessanti in tutto il mondo. Quindi, è una potenziale opportunità per i webmaster di ottimizzare le immagini sul loro sito per i motori di ricerca e ottenere traffico da esso.

In precedenza, potevi monitorare il traffico da images.google.com nei rapporti di Google Analytics. Tuttavia, Google ha interrotto questa operazione e ora puoi utilizzare il rapporto "Prestazioni" in Google Search Console. Puoi fare clic su qualsiasi query e scoprire che la fonte del traffico proviene dall’immagine.

Nozioni di base sulla SEO delle immagini

Considera i seguenti punti per l’ottimizzazione quando utilizzi le immagini sul tuo sito:

1 Didascalia di un’immagine

Aggiungi una didascalia o un nome a ogni immagine del tuo sito. Ciò aiuta gli utenti a comprendere meglio l’immagine e anche a mantenere le immagini facilmente, soprattutto quando si esegue la migrazione di un sito da una piattaforma a un’altra. Ricorda, il nome dell’immagine non ha alcun ruolo nell’ottimizzazione dei motori di ricerca. Tuttavia, quando l’immagine non ha testo alternativo, i motori di ricerca cercheranno di capirlo dal contenuto del testo che circonda l’immagine. Pertanto, utilizzare una didascalia dell’immagine appropriata pertinente al contenuto del testo.

2 Testo alternativo (attributo Alt)

Fornire testo alternativo alle immagini è la cosa più importante che devi assicurarti. L’attributo alt HTML ti consente di fornire un testo alternativo per un’immagine all’interno

<img src="image.jpg" alt="SEO For Images">

Il testo alternativo è utile in due scenari: uno è per il supporto del browser e l’altro è per i motori di ricerca. Quando un browser non supporta la tua immagine per qualsiasi motivo, visualizzerà il testo alternativo invece di un’immagine. Ciò aiuterà gli utenti a comprendere la possibile immagine che dovrebbe essere visualizzata e a continuare a leggere senza troppe interruzioni. Di seguito è riportato un esempio dell’immagine rotta che mostra il testo alternativo nel browser.

Guida per principianti alla SEO delle immagini

Testo alternativo in un’immagine non compatibile

Poiché i motori di ricerca non sono in grado di comprendere completamente il significato di un’immagine, utilizzano il testo alternativo come equivalente testuale di un’immagine. Quindi un uso efficace dell’alt text aumenta la possibilità di visibilità del sito sui risultati di ricerca soprattutto sulle ricerche di immagini.


Articoli sull’ottimizzazione per i motori di ricerca


3 Dimensione di un’immagine

Usa le dimensioni appropriate per l’immagine in modo che gli utenti possano vederla chiaramente. Fornire un’immagine molto piccola o molto grande mette l’utente in imbarazzo e lascia il tuo sito. Le immagini di grandi dimensioni riducono anche la velocità di caricamento della pagina e influiscono sul posizionamento nei risultati di ricerca di Google. Assicurati di utilizzare le dimensioni corrette dell’immagine adatte al layout del tuo sito ed evita di ridimensionare le immagini con i CSS durante il caricamento.

Consigliamo vivamente di comprimere l’immagine utilizzando strumenti di terze parti prima di caricarla sul tuo sito.

4 Usa immagini reattive

Sono finiti i giorni per mostrare immagini più grandi che non si adattano alla larghezza del dispositivo mobile. Utilizza una tecnologia adottiva o reattiva che ridimensiona automaticamente le immagini per adattarle alla larghezza del dispositivo di visualizzazione. Ciò garantirà la leggibilità, quindi gli utenti tenderanno a aggiungere un segnalibro e tornare al tuo sito.

Guida per principianti alla SEO delle immagini

Sito reattivo

4 Posizionamento dell’immagine

Mostra le tue immagini in un luogo in cui gli utenti possano vederle facilmente in relazione al contenuto. La visualizzazione di immagini non correlate o la visualizzazione in un luogo inappropriato renderà l’utente confuso sullo scopo dell’immagine. Questo vale anche per gli annunci illustrati se visualizzi annunci sul tuo sito.

Offerta SEO: ottimizza il tuo sito con la speciale prova gratuita di 14 giorni di Semrush Pro.

5 Strutturare la cartella delle immagini

Organizza tutte le immagini sul tuo sito nella stessa cartella invece di distribuirle in troppe cartelle diverse. Questo aiuta i motori di ricerca a guardare e catturare tutte le immagini del tuo sito da un posto piuttosto che cercare in posti diversi. Si consiglia inoltre di classificare le immagini in sottocartelle mensili ai fini del filtraggio. Alcuni dei sistemi di gestione dei contenuti come WordPress offrono questa funzione per impostazione predefinita, semplificando le operazioni di pulizia per i webmaster.

6 Tipo di immagine appropriato

Esistono molti tipi di immagini generali come PNG, JPEG, GIF e BMP. Ogni tipo di immagine ha uno scopo diverso e adatto a diverse occasioni. Tuttavia, tutti i browser supportano questi tipi di immagini comunemente usati, controlla la qualità e le dimensioni delle immagini sul tuo sito e ottimizza di conseguenza. Ci sono anche nuovi tipi di immagini come JPEG2000 e WebP. Google spinge i webmaster a utilizzare questi tipi di immagini ottimizzate. Tuttavia, non tutti i browser supportano questi nuovi tipi di immagini. Pertanto, quando si utilizzano nuovi tipi di immagine, assicurarsi di servire le immagini PNG o JPEG standard come fallback.

7 Immagine Mappa del sito

Se utilizzi le immagini come fonte di traffico principale sul tuo sito, è una buona idea generare una Sitemap di immagini e inviarla ai motori di ricerca in modo simile alla normale Sitemap XML. La Sitemap delle immagini dovrebbe contenere i dettagli delle immagini su ogni pagina in modo che i motori di ricerca possano facilmente scansionarli e indicizzarli di conseguenza.

8 Caricamento pigro

Il caricamento lento è una tecnica per posticipare le immagini fuori schermo che gli utenti non stanno attualmente visualizzando. Quando ci sono molte immagini sulla pagina dall’alto verso il basso, ha senso mostrare all’utente le immagini nell’area visibile dello schermo. Altre immagini in basso nella pagina verranno caricate solo quando l’utente scorrerà in quella posizione. Puoi applicare il caricamento lento in modo indipendente utilizzando script di terze parti o trovare un plug-in adatto a seconda del sistema di gestione dei contenuti che utilizzi.

9 Servire immagini dal sottodominio

Un’immagine può dire mille parole. Sebbene sia facile trasmettere un messaggio con le immagini, l’utilizzo di più immagini su una pagina aumenterà drasticamente il tempo di caricamento della pagina. Ogni immagine su una pagina invierà una richiesta http separata al server e renderà il caricamento più lento del contenuto del testo.

La possibile soluzione per migliorare la velocità di caricamento della pagina è quella di servire tutte le tue immagini da diversi domini o sottodomini. Questo aiuta il caricamento delle immagini in parallelo e migliora la velocità di caricamento della pagina. Poiché le immagini sono file statici senza cookie, la pubblicazione da un sottodominio separato aumenterà anche il punteggio di caricamento della pagina per le tue pagine.

10 Usa cache e CDN

Gli utenti accederanno al tuo sito da tutto il mondo. Puoi facilmente memorizzare nella cache i file di immagine statica utilizzando CDN e servire dalla posizione più vicina all’utente. Ciò migliorerà la velocità di caricamento, quindi aumenterà il posizionamento nei motori di ricerca. Inoltre, è anche possibile utilizzare la memorizzazione nella cache del browser per le immagini nel file di configurazione del server per informare il browser sulla validità della memorizzazione nella cache.

Cosa fare e cosa non fare con le immagini:

La tabella seguente mostra le cose da fare e da non fare quando si utilizzano le immagini sul proprio sito per avere una migliore visibilità sui motori di ricerca:

del Non fare
Usa un nome descrittivo e un testo alternativo relativo ai tuoi contenuti Nomi di file generici come "untitles.bmp" o "image1.jpg"
Fornisci il testo alternativo per i collegamenti alle immagini Nome file e testo alternativo estremamente lunghi
Invia un’immagine Sitemap ai motori di ricerca Inserimento di parole chiave nel testo alternativo
Utilizzo di collegamenti immagine solo quando richiesto Utilizzo estremo dei collegamenti alle immagini per la navigazione
Comprimi e ridimensiona le immagini Utilizzo di un gran numero di immagini non compresse su una pagina
Abilita la memorizzazione nella cache del browser e servi da dominio senza cookie Serve troppe immagini dallo stesso dominio in cui è disponibile il contenuto di testo

Fonte di registrazione: webnots.com
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More